Relazioni

Fino al divorzio: 5 sintomi, che hai una crisi nella relazione


Quale motivo può essere un catalizzatore per una crisi? Cosa deve essere fatto per salvare la famiglia e riappropriarsi del proprio coniuge? Come determinare che si trattava di una crisi nella vita e non di difficoltà temporanee? Ti aiuteremo a trovare le risposte a queste domande.

Gli psicologi hanno da tempo identificato i periodi più pericolosi della vita familiare. Le crisi relazionali si verificano a un certo momento dopo il loro inizio. Le fasi attive dell'amore reciproco vengono sostituite da periodi di declino, quando un uomo e una donna non riescono a trovare un punto di contatto. Le loro opinioni divergono, c'è insoddisfazione per la vita insieme in generale e con un partner in particolare.
Tutto ciò si traduce in una serie di litigi, proteste silenziose e boicottaggi. La crisi delle relazioni è una regolarità, un fenomeno "naturale". Non può essere evitato, ma puoi sopravvivere. Le situazioni di crisi stanno diventando un severo test per il matrimonio, che può finire in una rottura completa delle relazioni. Se sai in tempo circa la tempesta che si avvicina, allora puoi prepararti per questo.

5 segni di una crisi nelle relazioni

Qual è la crisi nel rapporto di una donna? Una situazione problematica sorge quando le nuvole si raccolgono sul benessere della famiglia. Una crisi è sempre espressa nelle emozioni negative:

Tu non vuoi un marito

La prima e più allarmante campana è la mancanza di attrazione fisica per un uomo. Le relazioni sessuali rimangono una delle componenti importanti di una relazione forte. La soddisfazione morale inizia con il fisico. Se una donna non si sente attratta da suo marito, può essere un motivo di adulterio, che, se non distrugge il matrimonio, allora lo scuote di più.

Marito fastidioso

Se prima una donna veniva mossa dalle abitudini di un uomo, ora sono esasperanti. Vuoi isolarti da lui e andare in un'altra stanza, solo per non sentirlo sorseggiare il suo tè, commentare una partita di calcio, o fare le fusa sottovoce durante il lavoro. A volte un sentimento di vergogna che si brucia è mescolato con questo se il marito fa tutto in pubblico, anche se una donna non ha mai provato nulla di simile prima.

Ti sembra che il marito non ti apprezzi

Non ringrazia per la cena cotta, smette di regalare fiori e piccoli doni, per dare segni di attenzione. La casa pulita, la biancheria lavata, gli articoli lavati, i bambini ben curati - l'uomo ha cominciato a percepire tutto questo, come una realtà. Almeno sembra così per una donna. Per ricordare il tuo contributo alla vita familiare, è sufficiente partire per un paio di giorni. Lascia che l'uomo cerchi in modo indipendente di occuparsi delle faccende domestiche e sii consapevole dei problemi che sua moglie ha dovuto affrontare.

Senti che ti sei innamorata di tuo marito

Le emozioni luminose del primo amore sono passate. Una donna inizia a pensare che la persona con cui vive sotto lo stesso tetto sia diventata estranea e distante da lei. La sua presenza non provoca più emozioni piacevoli, non voglio prendermi cura di lui, e nei sogni del futuro il posto della seconda metà rimane vacante.

Ti senti malinconico

Sei così triste che vuoi ululare. Una donna inizia a piangere spesso, si sente profondamente infelice, depresso e non necessario a nessuno.

Questi cinque segni sono i sintomi di una crisi in una relazione, non la loro fine. Il periodo problematico, che può e deve essere sperimentato, per andare nel futuro mano nella mano, come all'inizio della vita insieme.

Da dove viene tutto: le cause della crisi nella relazione

La prima crisi relazionale si verifica già 2-3 mesi dopo il matrimonio. Quindi i problemi sorgono dopo 1 anno di matrimonio e dopo la nascita del primo figlio. Queste situazioni di crisi possono essere descritte come piccole collisioni di vedute, senza le quali è impossibile conoscersi meglio e "abituarsi" al partner. Tre periodi di matrimonio sono considerati i più pericolosi:

  • 3 anni di relazione.
  • 7 anni di relazione.
  • 12 anni di relazione.

C'è anche un quarto periodo pericoloso. Viene dopo 25 anni di matrimonio. Come un uccello raro volerà al centro del Dnepr, e una coppia rara vivrà insieme per così tanto tempo. Le statistiche sul divorzio citano cifre tristi: quasi la metà delle coppie divergono dopo 3 e 7 anni di vita familiare. Il più duraturo resistere per 12 anni e 25 anni sta diventando un sogno quasi irraggiungibile per la maggior parte delle associazioni matrimoniali.

Dovrebbe essere chiaro che le situazioni di crisi sono naturali. Non possono essere ignorati, ma possono essere trovati completamente armati. Il catalizzatore di una crisi nelle relazioni che genera risentimento accumulato può essere:

  • Cambiando la situazione finanziaria della famiglia.
  • Perdita di lavoro da parte di uno dei coniugi o, al contrario, il tanto atteso aumento, dopo il quale il marito o la moglie scompaiono per giorni in ufficio.
  • La nascita di un bambino e l'emergere di nuovi problemi, per i quali i coniugi dimenticano i bisogni l'uno dell'altro.
  • Difficoltà nei rapporti con i parenti.
  • Crisi dell'età nella vita di uno degli sposi.
  • Trasferirsi in un nuovo luogo di residenza. Problemi con l'alloggio.
  • Mancanza di supporto psicologico da parte del coniuge.
  • Conflitto di interessi (scontro di opinioni), che ha aperto un'anima gemella da un lato completamente inaspettato.
  • Alcuni aggiungono a questa lista anche il tradimento, ma la campagna "sinistra" è una conseguenza della crisi, e non la sua causa. In una relazione felice, un partner non cerca il piacere dalla parte.

Come sopravvivere a una crisi di relazioni

Per salvare la famiglia e scoprire per te stesso e il tuo coniuge nuove sfaccettature di relazioni, vai al prossimo livello di intimità, devi seguire tre regole d'oro:

  • Perdono: la capacità di perdonare è una vera arte, che, ahimè, non è accessibile a tutti. Offri al tuo partner una seconda possibilità. Se è veramente inciampato, farà sicuramente di tutto per dimostrare il suo amore e devozione.
  • Conversazione: non puoi mettere a tacere i tuoi problemi e isolarti dalla seconda parte, ritirarti in te stesso. Un grumo di rimostranze accumulato prima o poi si libererà e provocherà un grande scandalo. Parla con l'uomo. Discutere della situazione. Impara non solo a sentire, ma anche ad ascoltare.
  • Compromesso: non ci sono situazioni senza speranza. Puoi uscire da qualsiasi posizione, e per due la ricerca di un compromesso è doppiamente più facile.

Per ravvivare le relazioni familiari, diluisci la routine della vita quotidiana con brillanti sorprese: manipola il letto del fiume della vita familiare a modo tuo, perché sei il capo qui. Organizzate una cena romantica, prendete i biglietti per il teatro, fate un viaggio di due giorni, comprate un regalo per la seconda metà senza motivo, accendete scintille felici negli occhi di un uomo amato e vi accendete da soli.

Guarda il video: Massimo Recalcati Nella crisi, la nascita (Novembre 2019).