Relazioni

Ecco come non puoi scusarti con un uomo, anche se hai torto: 7 esempi

Pin
Send
Share
Send
Send



Parole sincere di scuse, che vengono dal cuore: questa è un'opportunità per riprendere le parole che hanno reso il paziente ad un'altra persona e trovare una soluzione al problema. Ma le scuse negligenti, al contrario, possono solo peggiorare le cose. La differenza tra una vera scusa e una scusa è nelle parole scelte. La regola più importante: se dici "scusa", ma questo è immediatamente seguito da "ma" o "se", allora stai andando nella direzione sbagliata. Gli psicologi ti hanno detto quali frasi dovrebbero essere evitate quando stai cercando di scusarti con un amico, un familiare, una persona amata - ma con chiunque.

"Mi dispiace che tu ti senta in questo modo"

Anche se la frase inizia con delle scuse, non è una vera scusa. In questo caso, non ti prendi la responsabilità del tuo comportamento o del tuo errore. Queste parole non trasmettono il tuo rimpianto, il tuo rimorso e non esprimono un solo grammo di simpatia a un'altra persona. In realtà, intendi che l'altra persona si comporta illogicamente o è semplicemente troppo sensibile. Cerca di stare al suo posto e assumersi la responsabilità delle sue parole e azioni che hanno offeso la persona. Di ': "Mi dispiace per aver cancellato i miei piani all'ultimo minuto. Non ho pensato a te e capisco perché sei arrabbiato. "

"Mi dispiace di averlo detto, ma non lo direi mai se non ti comporti così."

E ancora, sentiamo l'accusa: "Guarda cosa mi hai fatto". Questa non è una scusa per il suo comportamento, ma una manovra astuta per spostare la colpa delle sue azioni su un'altra persona. "Sei stato tu a costringermi a dirlo." Siamo tutti responsabili del nostro comportamento. Una scusa per il cuore è quando riconosci il dolore che ha causato un'altra persona. Sarà corretto dire: "Scusami per la mia reazione e ti sconvolgo".

"Ero nervoso!" (Era affamato, stanco)

In questo caso, la ripetizione di questo comportamento è inevitabile. Associa sempre le tue scuse al futuro. Ad esempio: "La prossima volta che mi sentirò in questo modo (qualsiasi ragione che abbia portato a tale comportamento), ricorderò che ti amo e che la nostra connessione è molto importante per me." O "non lo farò più impulsivamente". Il sottotesto delle tue parole dovrebbe sempre essere il seguente: "Scusa se ti ho offeso e rovinato la nostra relazione con l'altro".

"Mi sono già scusato, perché non puoi dimenticartene?"

Incolpare il proprio partner per non accettare immediatamente le scuse è irrealistico e ingiusto. Affinché le scuse siano efficaci, le tue parole devono mostrare chiaramente che: 1) ti assumi la piena responsabilità delle tue parole e azioni; 2) desideri sinceramente che il tuo atto faccia male a un'altra persona e 3) desideri correggere la situazione e farla sentire di nuovo a tuo agio con te, perdona te e tutto continua come prima. Non tutte le scuse portano al perdono immediato. Questo potrebbe richiedere del tempo. E potrebbe essere necessario riportare le parole di scuse.

"Ho appena reagito a ..."

Questa è una scusa, non delle scuse.

"Scusa se ti ho offeso"

Questo è un esempio di scuse condizionali, quando non riconosci pienamente il senso di colpa. Quando usi la parola "se", dici che il problema non è quello che hai fatto, ma come l'altra persona ha reagito ad essa. In sostanza, questa "mancata richiesta di scuse" restituisce la colpa a un'altra persona. Basta rimuovere la parola "se", e le tue parole acquisiranno un significato completamente diverso. "Scusa, ti ho ferito. Cercherò di essere più attento e cauto con le mie parole in futuro. "

"Forse l'ho fatto, ma l'hai fatto!"

Cerca di non tenere il punteggio e di non ricordare gli errori di un'altra persona. Le scuse sono un riconoscimento dei tuoi errori e il desiderio di correggerli. Non c'è bisogno di colpire un dito con altre persone nel tentativo di giustificare se stessi.

Guarda il video: Gesù di Nazareth ITA P2 Zeffirelli (Aprile 2020).

Pin
Send
Share
Send
Send